debiti

Hai debiti? Allora sei uno schiavo

Parlare di libertà finanziaria o di uscire dai debiti è un modo per aiutare la genta a diventare libera. Chi ha debiti è uno schiavo, nè più e né meno. Non puoi dire di essere libero se devi dei soldi a qualcuno. E questo vale sempre, malgrado quello che hanno voluto farci credere per decenni.

Cominciamo con una storia. Il mio bisnonno, poco meno di un secolo fa, chiese un prestito per comprare una casa con un bell’appezzamento di terreno. Fu un eccellente investimento, un paio di generazioni di discendenti ne hanno tratto beneficio e alcune situazioni familiari difficili sono state rese meno difficili proprio dalla presenza di quel patrimonio, valorizzato nel tempo. Ebbene, le storie di famiglia narrano che prima di entrare in banca per pagare le rate del debito (sempre rigorosamente nei tempi previsti dal contratto) il mio bisnonno si alzava il bavero del cappotto per non farsi riconoscere.

Questo contadino che a malapena sapeva mettere la sua firma sapeva benissimo che chi si indebita si mette delle catene ai polsi, non c’è nulla di cui andare fiero nell’avere un debito. Purtroppo questa antica saggezza si è persa e i risultati sono stati devastanti. Quanta gente si indebita per futili motivi? Possedere un’auto sportiva, fare le vacanze nei posti più esclusivi, magari anche comprare l’ultimo modello di smartphone?

E poi ci sono quelli che contraggono debiti per comprare una casa, pensando di fare un grande affare. A prescindere dalle considerazioni economiche, si stanno rendendo schiavi della banca. La casa comprata con i debiti non è di proprietà di chi la compra, il proprietario ha solo l’onere di pagare IMU, TASI e l’infinita pletora di tributi che gravano sulla casa. Il vero proprietario è sempre la banca, almeno fino a quando non si finisce di pagare il mutuo.

Il fatto che molte persone si indebitano per comprare casa ha creato nel tempo una bolla immobiliare, perché tante persone che non si sarebbero potute permettere l’acquisto si sono indebitate. L’aumento artificioso dei prezzi delle case ha annientato la possibilità per le giovani coppie di comprare la loro casa di proprietà e questo ha ulteriormente spinto molti altri ad indebitarsi. In pratica, l’idea diffusa che il debito sia una cosa positiva non solo ha reso schiavi molti italiani ma anche costretto tanti di loro ad accorciasi sempre di più la catena. E per inciso, la crisi economica terribile che stiamo ancora vivendo è nata proprio dall’eccesso di indebitamento di persone a cui non dovevano essere concessi prestiti, perché non erano in grado di restituirli. La crisi dei mutui subprime dovrebbe averci insegnato tanto, invece la lezione è già stata dimenticata.

A me questa idea fa ribrezzo, veramente. Ecco perché insisto sempre tanto sull’importanza di uscire dai debiti per chi li abbia contratti. E suggerisco anche di non contrarre debiti a chi ha la fortuna di non averne.

4 thoughts on “Hai debiti? Allora sei uno schiavo

  1. Concordo totalmente. Anche io ho passato dei periodi in cui mi sono dovuto indebitare, non per futilità ma per necessità. Attualmente amministro un’azienda e non ho un fido bancario, neanche di portafoglio. Se l’attività non ha cassa propria, non sarà mai tua.
    Diverso per le grandi aziende: si indebitano in borsa con denaro finto ma gli utili diventano reali, scaricando sugli investitori le perdite, anche queste reali.
    Anche a livello governativo è così. Gli americani spingono tutti ad indebitarsi, privati e governi, ma lo scopo è uno solo: controllarli e comandarli, gli effetti li vediamo tutti i giorni.
    Paradossalmente i tedeschi hanno ragione sul debito, lo sbaglio è nel metodo e nelle regole che hanno imposto. Ciò li rende odiosi a tutti, ma purtroppo hanno ragione loro.

  2. ho un debito con una finanziaria dal 2008 che non o pagato mi puo pignorare la casa da che cifra in poi puo pignorare grazie della risposta

  3. Hai debiti? Allora sei uno schiavo… quanto è vera questa affermazione!
    Io, per fortuna, non ho ceduto ad insistenze di amici e parenti e non ho comprato casa. Altrimenti ora mi troverei ad essere schiavo dei debiti solo per potermi fregiare del titolo di “proprietario” (virtuale) di un appartamento in un quartiere popolare, a pochi metri da una strada trafficata e da un benzinaio, dove furti e delinquenza sono all’ordine del giorno. Invece ho preso in affitto una bella casetta in collina, nel verde, con un giardino con le altalene dove le mie bimbe possono giocare tranquillamente 🙂
    Certo, pago un affitto, ma l’investimento iniziale è stato praticamente nullo, se non l’acquisto di qualche mobile all’IKEA :-))) Altro che il paio di centinaia di migliaia di euro che avrei dovuto avere in prestito dalle banche strozzine e che avrei restituito con gli interessi in 20-30 anni di duro lavoro: un vero e proprio cappio al collo per gran parte della vita!
    E quando sarò stufo di vivere in collina cambierò contesto… mi toccherà solo fare un altro salto all’IKEA 😛

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *