come eliminare la pancia

Come eliminare la pancia

come eliminare la panciaArgomento da prima pagina quello di stasera: come eliminare la pancia. Il sogno di tanti italiani e di tante italiane. A differenza del luogo comune che giudica il grasso addominale come il più difficile da rimuovere, eliminare la pancia non è affatto così complicato, se si è disposti ad adottare un’alimentazione sana e ad abbandonare uno stile di vita sedentario. Non esistono metodi alternativi, chi li propone, è solo un ciarlatano.

Come eliminare la pancia

La prima cosa da seguire per capire come eliminare la pancia, è un’alimentazione sana. Ma attenzione, che non è solo quello che mangiamo che influenza tanto il volume della nostra pancia, ma anche come! Mangiare di fretta è infatti molto deleterio: la premura nel consumare i pasti favorisce l’ingestione dell’aria ed il rallentamento della digestione che avvantaggiano l’insorgere della pancia. Masticare tante volte ogni boccone e rimanere a tavola almeno 20 minuti: in un’epoca come la nostra in cui si va di corsa sempre, sono queste abitudini difficili da ritrovare, ma indispensabili se si vuole davvero perdere la pancia.

Nell’alimentazione devono abbondare le verdure, le quali sono drenanti e facilmente digeribili, e la frutta (ma sempre lontano dai pasti). Nella nostra dieta è bene includere una minima quantità di fibre e cereali ogni giorno.
Scordatevi l’alcol e tutte quante le bibite gassate oggi in commercio (sostituitele tutte con l’acqua, da bere per 2 litri al giorno, anche d’inverno!): riducete al minimo l’ingerimento di zuccheri semplici, come quelli presenti nelle caramelle e nelle marmellate, mentre è consigliata l’assunzione di alimenti probiotici, ricchi di fermenti.

Se vi serve energia per le vostre giornate, andatela a pescare assumendo le proteine contenute nella carne, nel pesce e nelle uova, che vi sostengono senza fermentare, e senza quindi aumentare la vostra pancia.

Come eliminare la pancia gonfia

Andiamo a toccare ora un’altro aspetto fondamentale da conoscere e che invece in molti ignorano: la respirazione. Gli stati d’ansia o gli atteggiamenti di respirazione scorretta in generale, provocano il gonfiore addominale. Dunque un consiglio fondamentale è quello di dedicare alla respirazione profonda almeno 10 minuti al giorno, servirà tra l’altro anche a rilassarvi dallo stress della giornata. Abitudine fondamentale per scoprire come eliminare la pancia gonfia.

Lo stress ci fa male e ci distrugge in 1000 modi, in questo contesto ricordiamo che esso influenza il metabolismo e riduce la velocità con cui il corpo brucia il cibo per produrre energia.

Come eliminare la pancia velocemente

Come eliminare la pancia velocemente? Meglio gli alimenti cotti (la cottura facilita la masticazione, la digestione e la conseguente assimilazione) rispetto a quelli crudi. E poi poco sale negli alimenti (il sale è l’alimento forse più dannoso in generale per il nostro organismo, non solo per il discorso del peso). L’eccesso di sale favorisce la ritenzione idrica nello stomaco. Infine poche merendine, snack, dolcetti di produzione industriale ed evitate di spiluccare (grassi e schifezze varie) qua e là. E’ giusto invece aumentare la frequenza dei pasti, aggiungendo ai consueti 3 (colazione, pranzo e cena), 2 merende, una a metà mattinata e l’altra a metà pomeriggio, a base di cibo sano, come frutta, o leggero come del prosciutto crudo o della bresaola, così da aumentare il vostro metabolismo e consumare più grassi anche quando siete a riposo.

Inoltre, mangiando 5 – 6 volte al giorno, predisporrete il corpo a rilasciare gradualmente piccole dosi di insulina, eliminando così i picchi dannosi (che vanno assolutamente evitati) per il vostro organismo.

Esercizi per eliminare la pancia

La credenza più comune di chi vuole un addominale piatto e scolpito è che per eliminare la pancia, ci si debba ammazzare di addominali. Ma se non si scioglie il grasso, i vostri muscoli cresceranno sopra e sotto il grasso, creando uno “spettacolo” visivo ancora più difficile da accettare (la pancia risulterà ancora più gonfia!). Ciò che dobbiamo fare invece è puntare prima di tutto sui seguenti esercizi per eliminare la pancia: attività di cardio fitness come la corsa, l’aerobica, lo step e abbinarvi appunto gli esercizi per gli addominali. In questo modo da un lato bruceremo calorie e grassi, dall’altro rafforzeremo i muscoli. Per tutti gli esercizi da fare per tornare in forma, potete consultare il nostro articolo in proposito: Come tornare in forma.

Seguendo i consigli che stasera vi abbiamo esposto, riuscirete senza dubbio a migliorare l’aspetto della vostra pancia, sgonfiandola, in un lasso di tempo assolutamente ragionevole.

Avete dunque letto la guida: “Come eliminare la pancia“, che vi consigliamo di tenere sempre con voi, per non dimenticare i vari aspetti su cui lavorare.

Approfondisci

demo opzioni binarie

Perché devi cominciare a fare trading online adesso

demo opzioni binarieFare trading online conviene? Abbiamo già scritto tanti articoli a riguardo e sappiamo che conviene, a patto ovviamente di adottare il giusto modo di pensare. Il trading online può fare guadagnare moltissimi soldi, tutto sommato non presenta grosse difficoltà e può essere alla portata di tutti.

Perché non provare adesso, in questo preciso momento?

Molti potrebbero obiettare che il trading online, teoricamente, potrebbe dare origine anche a perdite. E’ vero, con il trading si può perdere anche ma solo una parte del capitale investito se si sceglie un buon broker. Inoltre, con il trading online è sempre possibile aprire un conto demo, cioè un conto in cui non si investono soldi veri ma soldi virtuali. Con questa modalità non si guadagna nulla ma non si perde nemmeno. Se hai sempre sognato di dare una scossa alla tua vita probabilmente hai la possibilità di farlo adesso: apri subito, in questo stesso momento, il tuo conto di trading con un broker di opzioni binarie e lavora in modalità demo. Non è necessario investire nemmeno un centesimo, devi solo scegliere il broker, inserire i tuoi dati e cominciare a fare esperienza.

Non rischi nulla
, impari tantissime cose nuove e puoi capire se il trading online è fatto per te o meno: se guadagni con una modalità demo, puoi passare dopo un po’ di tempo a operare con i soldi reali e guadagnare così. Se invece non guadagni o peggio perdi anche i soldi virtuali, vuol dire che il trading online non fa per te. Non è un problema, non ti devi scoraggiare: probabilmente il metodo che devi impiegare per diventare ricco è un altro, si tratta solo di continuare a cercare con fiducia. In fondo, anche se con il conto demo le cose vanno male non hai perso niente.

Non rimandare mai a domani quello che puoi fare oggi

Il principio fondamentale del miglioramento personale, quello che dovrebbe guidare tutte le persone che puntano a diventare migliori, è quello di non rimandare mai a domani, per nessun motivo, quello che si può fare oggi. Se oggi hai 5 minuti di tempo libero per aprire un conto demo su un broker di opzioni binarie, perché non lo fai? Se non lo fai non è per mancanza di tempo o di energia, è solo perché inconsciamente rimandi la possibilità di diventare ricco al futuro, o meglio ad un’idea di futuro vaga e che probabilmente a più a che fare con la dimensione del sogno che del progetto. In questo modo i soldi veri, nella tua vita, non arriveranno mai.

Ma questo è vero per qualunque attività tu scelga di svolgere per guadagnare soldi. Qualche giorno fa abbiamo raccontato la storia di uno studente fuori sede a Bolagna che ha guadagnato 5 milioni di euro inventando un’applicazione per consegnare pizze a domicilio. Se avesse rimandato la realizzazione della sua idea ad un indefinito futuro, adesso sarebbe ancora a dividere un appartamento con altri 5 o 6 coinquilini invece che a vivere una vita a cinque stelle.

Nella vita anche i tempi sono importanti: ogni secondo che viviamo ci è stato donato, non dobbiamo sprecarlo per nessuna ragione. Devi agire con velocità, intelligenza, senza paura e senza pensieri negativi. Tornando alle opzioni binarie, sappi che aprire un conto demo è gratis, devi solo cliccare sul link di iscrizione di un broker di opzioni binarie e inserire i tuoi dati. Non effettuare nessun tipo di versamente o deposito di denaro fino a quando non avrai comprovato, grazie proprio al conto demo, che il trading fa al caso tuo e ci puoi guadagnare!

Approfondisci

rapporti di coppia

Come capire se si è innamorati

Come capire se si è innamoratiCome capire se si è innamorati? Anche questa è una domanda all’apparenza difficile per noi di Diventare Migliore, ma in realtà stavolta la risposta è più facile di quanto si possa pensare.

Di teorie astruse, finte psicologiche o congetture varie se ne sono fatte a bizzeffe, collegate al nucleo del sentimento, alla passione, alla complicità, al tempo, quando in realtà la verità è solo una: si è veramente innamorati di qualcuno o di qualcuna, quando si accettano senza più fatica i suoi difetti.

Eh sì, perchè passione e novità di un sentimento possono nascondere qualsiasi incomprensione, ma prima o poi, difetti, manie, fissazioni, irrazionalità del proprio partner o della propria partner usciranno fuori, e se non si è in grado di accettarle (considerando pure che anche noi non siamo perfetti, ma abbiami i nostri difetti) al 100%, il rapporto prima o poi, purtroppo, finirà.

Concentratevi allora per un attimo a pensare ai difetti del vostro lui o della vostra lei, analizzateli col cuore però e non con la testa, vi creano ancora fastidio? E, se sì, quanto? Da questa riflessione importantissima, riuscirete a capire finalmente se siete realmente innamorati o meno in questo momento della vostra vita.

La risposta alla domanda: “Come capire se si è innamorati?“, servirà d’altronde a anche a tutte quelle persone single che vogliono conquistare a tutti i costi un uomo o una donna, per capire se davvero è l’amore il sentimento alla base del loro spasimo. Si badi bene, se la risposta fosse no, non è detto che non lo diventi presto, in fondo i difetti degli altri, vista la nostra natura, non si accettano dall’oggi al domani, a meno che non siamo dei santi.

Un altro aspetto da sottolineare è che l’amore non è un contratto, quindi non per forza lui o lei deve avere il mio stesso numero di difetti, se ne ha di più ma lo amo, la cosa non mi peserà, ed allo stesso tempo, non si può mai fare una classifica di gesti compiuti per l’altra persona. Mi spiego: mi capita spesso di sentire persone che lasciano il proprio partner perchè: “Io facevo X cose per lui (con al posto della X il numero preciso delle azioni fatte in suo favore in un lasso di tempo stabilito), mentre lui solo Y”. Quelle persone smetterebero di mentire a se stesse se dicessero semplicemente: “L’ho lasciato perchè non l’amavo”. Ovvio che non giustifico i casi limite, in cui uno dei due in una coppia riceve solo, senza quasi mai dare, ma mettere a confronto quanto si dà all’altro, è un indizio chiaro di mancanza di vero amore: il dono infatti, è sempre gratuito.

Più facile di quanto pensavate, vero? E mi raccomando, non banalizzate questa risposta alla domanda Come capire se si è innamorati? Una prospettiva del genere infatti, vi cambierà, facilitandola, l’esistenza 🙂

Approfondisci

Come uscire dai debiti

I debiti possono essere un problema grave per molte persone. Di fatto negli anni gli italiani sono stato invitati a indebitarsi con un marketing pervasivo che li ha spinti a comprare molto di più di quello che avrebbero potuto permettersi. I debiti non sono cattivi in sè, ma quando sono troppi possono distruggere una vita. Come si fa a uscire dai debiti? La prima idea sarebbe quella di mettersi a guadagnare soldi a palate, in fondo tutti sognamo di diventare ricchi ma sappiamo che non è facile, che non esistono scorciatoie per fare soldi facili. Cerchiamo di capire come fare a uscire dai debiti con metodi realistici e con una buona possibilità di successo.

Come uscire dai debiti e risparmiare soldi

Il primo punto, quello più importante per uscire dai debiti, è la parsimonia. Per cominciare il processo che ci porterà finalmente a liberarci dai debiti bisogna imparare a spendere meno di quello che si guadagna. Se io guadagno 1000 euro al mese non posso pensare di spenderne 1.500. Probabilmente se guadagnano 1.000 euro al mese ne devo spendere massimo 800, risparmiandone 200 per affrontare eventuali imprevisti. Se poi ci sono dei debiti in corso, è necessario risparmiare per pagarli.

Ma che cosa significa parsimonia? Non significa vivere poveramente, significa semplicemente valutare ogni spesa in rapporto a due fattori fondamentali: la sua utilità pratica e le disponibilità finanziarie. Purtroppo molti sono spinti dal marketing incessante, soprattutto televisivo, ad acquisti compulsivi e spesso inutili. Quanti oggetti vengono acquistati e poi abbandonati senza essere utilizzati se non per pochi giorni? Quante volte si spende 10 volte tanto solo per la marca? Pensiamo ad esempio agli stilisti che riescono a venderci capi firmati per 10 volte il loro effettivo valore.

Imparare a vivere con parsimonia non significa vivere male: significa vivere bene secondo le proprie possibilità. Perché i debiti, in fondo, sono una cosa cattiva sempre, non solo quando non abbiamo i soldi per pagarli! Ovviamente per chi riesce a diventare ricco la parsimonia assume un’importanza minore ma è sempre importante. Se guadagno 10.000 euro al mese, per esempio, posso permettermi di fare la spesa al supermercato senza pensare alla parsimonia e posso anche vestirmi spendendo più del dovuto, ma non posso certo comprarmi una Ferrari da 500.000 euro. Tutto è relativo.

Sistemi per non pagare i debiti

In generale, non ci si dovrebbe mai indebitare troppo: la somma delle rate dei debiti in corso, compreso il mutuo, non dovrebbe mai superare il terzo di tutti i redditi disponibili. Ma che cosa succede quando si ignora questa regola e ci si indebita troppo? Ebbene, in questo caso è evidente che non si riesce più a pagare i propri debiti e si finisce in un circolo doloroso che comprende il recupero crediti. E quando si parla di recupero crediti, il dolore può anche diventare dolore fisico, non stiamo parlando per metafore…ma che cosa si può fare per liberarsi dei debiti in questo caso? Esistono sistemi per non pagare i debiti? Premettiamo subito che non pagare i debiti non è assolutamente etico: gli impegni presi vanno sempre rispettati. Tuttavia per chi fosse proprio disperato, possiamo dire che esistono agenzie specializzate che aiutano coloro che hanno debiti troppo alti per essere pagati. Queste agenzie di fatto, contattano le finanziarie e le banche creditrici e propongono un accordo: un taglio del debito in cambio dell’impegno a pagare. In questo modo la banca o la finanziaria riesce a recuperare almeno in parte il denaro prestato, il debitore ad avere un po’ di ossigeno. Un altro tipo di rinegoziazione che può essere attuato è sulla scadenza: in pratica si abbatte il valore delle singole rate pagate ma si allunga la scadenza del debito, finendo quindi per pagare interessi maggiori.

Questo sistema per non pagare i debiti funziona? Sì, funziona se ci si affida ad agenzie specializzate. Tuttavia ci sono due osservazioni da fare. La prima è che i servizi di queste agenzie possono essere costosi. La seconda è che banche e finanziarie non ci rimettono mai: semplicemente, aumentano i tassi di interesse sui prestiti erogati a tutti per ripagarsi dei pochi clienti che non pagano le rate. In pratica coloro che rispettano gli impegni presi si ritrovano a dover pagare per coloro che non lo fanno. Non è una bella cosa.

Consolidamento debiti

Nel caso di persone che eccedono con i debiti può succedere che esistano differenti finanziamenti in corso: questo può comportare spese eccessive (ad esempio, più spese di incasso rata) ma anche una certa scomodità. In questo caso è possibile fare un consolidamento debiti, cioè ottenere un altro finanziamento con cui ripagare tutti gli altri. Spesso succede che il tasso di interesse che si riesce a ottenere è più basso rispetto a quello pagato complessivamente in precedenza. Inoltre è anche possibile che si possa allungare la scadenza complessiva, abbattendo così il valore delle singole rate.

Come uscire dai debiti di gioco

Il vizio del gioco è purtroppo uno dei più deleteri ed è in grado di distruggere le finanze di una persona come anche la sua vita sociale e familiare. Chi ha debiti di gioco si trova in una situazione molto delicata perché spesso questi debiti sono contratti con persone veramente poco raccomandabili. In questo caso, per uscire dai debiti di gioco ci si può rivolgere ad una finanziaria per pagare tutto e subito, evitando i tassi di interesse usurai che spesso vengono applicati dai loschi figuri che gestiscono i debiti di gioco. La soluzione definitiva per chi ha debiti di gioco è comunque quella di rivolgersi ad un bravo psicologo perché la ludopatia, la dipendenza patologica dal gioco d’azzardo, è una patologia da cui si può guarire.

Come uscire dai debiti di Equitalia

debiti equitaliaUna delle situazioni più dolorose in assoluto per molti italiani è costituita dai debiti con Equitalia. Purtroppo il dolore anche in questo caso non è solo metaforico: basti pensare ai tantissimi italiani che sono stati spinti al suicidio da Equitalia. Come si fa a uscire dai debiti di Equitalia? La prima cosa da fare è non perdere la calma. In secondo luogo, contattare subito un buon avvocato. Di solito Equitalia viola numerose leggi e principi costituzionali, quindi è possibile provare a fare causa. Il motto dovrebbe essere resistere, resistere, resistere, provare in tutte le sedi giudiziare a contrastare queste pretese. Un esempio recente è la sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittimi la maggior parte dei dirigenti dell’Agenzia delle Entrate (tutti promossi perché amici degli amici e non per merito). Ebbene, tutti gli atti firmati da questi impostori (nel vero senso del termine) sono nulli a rigor di logica, malgrado il governo dica il contrario. Chi ha dei debiti con Equitalia che si riferiscono a cartelle firmate da uno di questi falsi dirigenti ha la possibilità di dare battaglia e probabilmente anche di vincerla.

E non è solo una battaglia per la sopravvivenza: è una battaglia per la libertà e per la dignità! Siamo cittadini, non sudditi!

Approfondisci